La tua area Riservata

Registrandoti a giovaniverona.it puoi entrare a far parte della nostra community, iscriverti alle attività organizzate dal Centro di Pastorale, ricevere le nostre newsletter informative. Ti aspettiamo!


Non sei ancora registrato?
Vai alla pagina di registrazione →

News proveniente dall'area Adolescenti

ASCOLTAMI

#ASCOLTAMI

Scuole, famiglie e luoghi di incontro. Una rete di adolescenti per gli adolescenti

 

La Diocesi di Verona, in partenariato con il Comune di Verona, con la ULSS 20, con l'associazione NOI Verona, con l'impresa sociale SiSociale, con gli istituti scolastici Bertoni, Salesiana San Zeno, Stimmatini e con il liceo statale Scipione Maffei, ha presentato un progetto sulla dispersione scolastica con l'Impresa Sociale CONIBAMBINI.

 

CLICCA QUI per trovare la localizzazione del progetto.

 

Scopo principale del progetto è quello di uscire ed incontrare gli adolescenti, le loro famiglie e le figure di riferimento nei contesti aggregativi/educativi che frequentano abitualmente, per accoglierne disagio e potenzialità, favorendo una maggiore conoscenza di sé, delle proprie abilità e competenze, necessaria alla costruzione di un progetto personale, di formazione/lavoro adeguato e realistico, passando anche attraverso gli adolescenti stessi (peer education), per creare una possibilità di prevenzione rispetto al fenomeno del disagio e della dispersione scolastica.

 

L’elemento più significativo consiste nel movimento di uscita da parte della comunità educante verso il mondo dell’adolescente, con modalità di relazione che passino attraverso i loro linguaggi e la libera espressione, per un positivo percorso personale, scolastico e formativo e una reale integrazione.

 

Ovviamente i destinatari degli interventi sono gli adolescenti dalla Provincia di Verona a raggio molto ampio.
Verranno raggiunti sul territorio l’attivazione di reti che incrocino i loro luoghi di aggregazione spontanea e allargate attraverso dinamiche di “peer education”, e attraverso una rete capillare già esistente che, attraverso le strutture territoriali diocesane, incontra annualmente migliaia di adolescenti e le loro famiglie in contesti di vario tipo (attività educative,sportive, espressive, formative, di volontariato, di convivenza…).
Interventi particolari e mirati sono previsti per gli adolescenti iscritti ai centri di formazione professionali partner nel progetto, ed alle scuole che aderiranno alle varie proposte, con lo scopo di intervenire specificamente rispetto al disagio e per favorire dinamiche di benessere ed integrazione. A tal fine verranno coinvolti anche insegnanti ed operatori per una specifica formazione.
I ragazzi verranno raggiunti anche attraverso la creazione di due spazi consultori ali a loro dedicati che, secondo le normative vigenti, potranno accogliere anche minorenni non accompagnati dai genitori per le prime tre sedute, con l’ottica comunque di coinvolgere la famiglia per un percorso di sccompagnamento ove opportuno.