La tua area Riservata

Registrandoti a giovaniverona.it puoi entrare a far parte della nostra community, iscriverti alle attività organizzate dal Centro di Pastorale, ricevere le nostre newsletter informative. Ti aspettiamo!


Non sei ancora registrato?
Vai alla pagina di registrazione →

News proveniente dall'area Giovani

CITTADINI DEL CIELO, PELLEGRINI SULLA TERRA

 

CITTADINI DEL CIELO, PELLEGRINI SULLA TERRA

Guida ai luoghi, ai volti e carismi in Verona

La città di Verona è stata particolarmente baciata dallo Spirito Santo che in tutto il 1800 e nella prima metà del 1900 ha suscitato una schiera di Santi che, profondamente attenti alle situazioni di disagio sociale della città, non sono stati solo un esempio di carità cristiana ma anche un dito puntato verso il cielo, un segno tangibile della patria celeste. C’è una notizia che affascina e stupisce: questi santi si conoscevano, questi santi avevano un medesimo padre spirituale, questi santi sono tanti, ma la fonte è una sola, lo Spirito Santo.

Abbiamo preferito insistere sulla loro comunione, sui legami che si sono instaurati lungo la storia.

Questa notizia non sembra conosciuta. Ogni volta che se ne fa cenno, molti veronesi rimangono affascinati e con il desiderio di approfondire.

I segni lasciati dal passaggio di questi santi sono tangibili: case di spiritualità e di accoglienza, progetti di carità e formazione, ospedali e scuole, chiese e parrocchie da loro frequentati, luoghi dedicati alla loro memoria, ma soprattutto persone, religiosi e laici che custodiscono il loro carisma e lo incarnano nella Verona del terzo millennio e in tante parti del mondo.
Tutti questi riferimenti sono stati trasformati in un grande pellegrinaggio diviso in quattro percorsi dove, ogni percorso corrisponde ad un punto cardinale, immaginando come la città sia, in qualche modo, protetta da tutti i lati, e che non esistono aeree prive di questo dono dello Spirito.
Non basta esserne a conoscenza, nemmeno è sufficiente esserne orgogliosi. È importante camminare per la città di Verona, percorrere queste tappe e incontrare il volto di chi opera ancora con lo stesso Spirito di quei santi, venerabili e fondatori, permette di apprendere un pezzo della nostra storia recente con i "piedi del pellegrino": Verona non smette di stupire e può essere contemplata anche da questa prospettiva, dove riconoscersi tutti "cittadini del cielo e pellegrini sulla terra".
 

Quattro percorsi e i punti cardinali

I segni lasciati dal passaggio di questi santi sono tangibili: case di spiritualità e di accoglienza, progetti di carità e formazione, ospedali e scuole, chiese e parrocchie da loro frequentati, luoghi dedicati alla loro memoria, ma soprattutto persone, religiosi e laici che custodiscono il loro carisma e lo incarnano nella Verona del terzo millennio e in tante parti del mondo.

Tutti questi riferimenti sono stati trasformati in un grande pellegrinaggio diviso in quattro percorsi. Contrassegnato da un colore, ogni percorso corrisponde a un punto cardinale, immaginando come la città sia in qualche modo protetta da tutti i lati, immaginando che non esistono aeree private da questo dono dello Spirito.

  •  A sud il percorso GIALLO, attraverso il quale incontrare don Pietro Leonardi, San Filippo Neri, San Gaspare Bertoni e il Beato Carlo Steeb con la cofondatrice Beata Poloni.
  •  A Ovest il percorso ROSSO, attraverso il quale incontrare Beato Giuseppe Nascimbeni e la cofondatrice Beata Mantovani, don Antonio Provolo, San Francesco d'Assisi e San Bernardino, infine Santa Maddalena di Canossa.
  •  A Est il percorso BLU, attraverso il quale incontrare Padre Camillo Cesare Bresciani, il Beato Zefirino Agostini, San Giovanni Calabria e il seminario vescovile, dove molti di questi santi si sono formati.
  •  A Nord il percorso VERDE, attraverso il quella incontrare San Daniele Comboni, Leopoldina Neudet, Don Nicola Mazza e il beato Giuseppe Baldo.

Non ci sono tutti. All'appello mancano molte altre figure significative e l'azione dello Spirito arricchirà questa lista con altri ancora.


Non basta esserne a conoscenza, nemmeno è sufficiente esserne orgogliosi. È importante camminare per la città di Verona e vedere, toccare con mano, ascoltare i testimoni, incontrare i volti dei nostri religiosi lasciandosi edificare dal loro esempio sul campo.
Percorrere queste tappe e incontrare il volto di chi opera ancora con lo stesso Spirito di quei santi, venerabili e fondatori, permette di apprendere un pezzo della nostra storia recente con i "piedi del pellegrino":

Verona non smette di stupire e può essere contemplata anche da questa prospettiva, dove riconoscersi tutti "cittadini del cielo e pellegrini sulla terra".

 

INFO: cittadinidelcielo@gmail.com

 

Il libro verrà presentato  Lunedì 22 Febbraio 2016 alle ore 17. 20 presso l’aula T3 dell’Università degli Studi di Verona : 

ore 17.20 accoglienza e saluti

ore 17.30 “Verona 1796-1910: panorama politico-sociale” professor Maurizio Zangarini docente emerito di Storia contemporanea dell’Università degli Studi di Verona

ore 18.00 “Il volto misericordioso del Padre per le strade veronesi dell’Ottocento”professor Andrea Trevisan docente di Storia della Chiesa presso l’ISSR S. Pietro Martire

ore 18.30 “Cittadini del cielo, pellegrini sulla terra” professor Martino Signoretto dottore in teologia biblica, docente allo Studio Teologico San Zeno e Vicario Episcopale per la cultura.

Modera la professoressa Maria Giovanna Caprini laureata in Filosofia e docente allo Studio Teologico San Zeno.